Kouglof

Per ca. 750 di pasta brioche
280 gr di farina 00
40 gr di zucchero bianco
10 gr di lievito di birra
4 uova
180 gr di burro
150 gr di uvetta
50 gr di burro per pennellare l’esterno del dolce
Burro per gli stampi, ne occoreranno due con il bordi ondulati e con diametro di ca. 18-20 cm
Per lo sciroppo
2 litri di acqua
300 gr di zucchero di canna
50 gr di mandorle in polvere
20 gr di acqua di fiori d’arancio, in alternativa una fiala standart di aroma
Zucchero a velo per spolverare.

senza-titolo-339

Prepara la  pasta briosche il giorno prima.
Inserisci le uova nell’impastatrice e inizia a lavorarle, aggiungi la farina, il lievito sciolto e il burro (che dovrà avere la consistenza di una pomata), per ultimo lo zucchero e l’uvetta.
Trasferisce l’impasto in un contenitore e lascialo lievitare per tre ore coperto da un canovaccio.
Riprendi l’impasto, impasta sgonfiandolo e riponilo nuovamente a riposo per tre ore sotto il canovaccio. Ripeti l’operazione precedente e lascia nuovamnte a riposo l’inpasto per tutta la notte.
Il giorno seguente riprendi l’impasto, sgonfialo e impasta poi pesalo e dividilo in due parti. Riponi ciascuna pagnotta in uno stampo (imburrato e infarinato) e lascia nuovamente lievitare per circa 2 ore.
Pareggia la superficie con una leggera pressione e cuoci in forno caldo (preriscaldato) per 40 minuti circa a 180 gradi.
Nel frattempo prepara lo sciroppo: metti sul fuoco, l’acqua, lo zucchero e l’acqua ai fiori d’arancio.
Porta a bollore sino a che non diventa uno sciroppo lento (non troppo colloso). Lascia raffreddare.
Quando i dolci saranno freddi, toglili dallo stampo e immergili nello sciroppo. Scolali su una gratella, spennallali con il burro sciolto e spolverali con la farina di mandorle cercando di farla aderire.
Al momento di servire spolvera con lo zucchero a velo.

Syllabub

Un arancio, scorza e succo
2 cucchiai di zucchero di canna
2 cucchiai coldi di mascarpone
300 gr di panna ben montata leggermente zuccherata con un cucchiaio di zucchero vanigliato
25 ml di rum scuro (o Cognac)
75 ml di marsala (o Sherry)

p1300186

Montare lo zucchero con il mascarpone. Aggiungere la scorza di un arancio e tutto il suo succo filtrato dai residui di polpa, amalgamare aggiungendo per ultimo il rum e il marsala.
Con l’aiuto di una frusta manuale amalgamare lentamente la panna montata cercando di non smontarla.
Riporre in frigorifero fino al momento di servire.
Questa dose è per 6 persone se si decide di accompagnare il Syllabub a un dolce lievitato, per 4 persone se invece si preferisce sevirlo da solo come dolce al cucchiaio, in coppa e decorato a piacere con meringhette, frutti di bosco o fragole.

Pastine alle mele e sciroppo d’acero

6 mele frullate
1 cucchiaino di cannella
250 gr di burro
170 gr di zucchero di canna
130 ml di sciroppo d’acero
4 uova
380 gr di farina
10 gr ca. di lievito in polvere per dolci
Zucchero semolato e cannella per guarnire

p1290556

Impastare le mele con tutti gli ingredienti sopra indicati, in questa successione:
uova, zucchero e burro, aggiungere le mele, la farina, la cannella e lo sciroppo d’acero.
Versare il composto in stampini mono dose.
Infornare a  forno caldo e cuocere a 180 gradi fino a che non li vedrete leggermente compatti in esterno, l’interno dovrà rimanere morbido. Il tempo di cottura dipenderà dalla grandezza degli stampi utilizzati.
Preparare un ciotola con lo zucchero semolato e la cannella ben mescoti. Appena le pastine saranno cotte e sarà possibile toglierle dagli stampi passarle ancora caldine nello zucchero e cannella .
Con le stesse dosi potrete ottenere una torta con il buco utilizzando uno stampo di circa 23-25 di diametro. Non vi consiglio uno stampo senza buco perchè rischierete che l’interno non si cuocia bene.
Il questo caso il tempo di cattura sarà di circa 35-40 minuti, per il monodose saranno sufficenti 20 minuti.

Pera in infuso speziato con ricotta

Una pera Kaiser di piccole dimensioni
Due cucchiai di ricotta di mucca
Un cucchiaio di zucchero di canna integrale
30 gr di infuso a scelta ma molto speziato, possibilmente mangia e bevi
Un cucchiaio di zucchero semolato

p1290186

Sbucciare la pera e con l’apposito attrezzo prima togliere il torso della pera poi allargare un pò lo spazio per riuscire a inserire successivamente la ricotta.
Riporla in una casseruola alta, coprirle di acqua, aggiungere l’infuso nell’apposita bustina filtro e un cucchiaio di zucchero. Fare cuocere la pera ed estrarla dal suo liquido di cottura ancora soda. I muniti dipenderanno dalla grandezza della vostra pera. Lasciare l’infuso sul fuoco e farlo ristringere fino a che non sarà diventato sciroppo denso.

Biscotti da inzuppare

440 gr di farina manitoba
160 gr di fecola
160 gr di zucchero a velo
160 gr di burro
n. 2  chiare d’uovo.
Latte

img_1920

Ammorbidire a temperatura ambiente il burro.
Amalgamare tutti gli ingredienti, aggiungendo qualche cucchiaiata di latte quanto basta per ottenere un impasto morbido e compatto. Fare riposare in frigorifero almeno due ore.
Quando sarà ben sodo formare tre cilindri uguali di circa 5 cm di diametro. Rimettere in frigorifero per ridargli la consistenza soda.
Scaldare il forno a 180 gradi.
Affettare i cilindri per ottenere dei dischi dello spessore di mezzo centimetro. Ne otterrete circa una trentina, si conservano molto bene in un contenitore ermetico.
Infornare per 10 minuti, fino a che il bordo dei biscotti si sarà leggeremente inscurito.

Ofelle al marzapane

Per ca. 30 ravioli ottenuti da dischi di 8 cm di diametro
Per la pasta frolla
250 gr di farina
125 gr di burro
110 gr di zucchero
2 uova
Per il marzapane
120 gr di farina di mandorle
100 gr di zucchero
15 gr di burro
15 gr di arancio candito

img_2496

Preparare la frolla impastando tutti gli ingrdienti avendo l’accortezza di lasciare precedentemente il burro ad ammorbidirsi a temperatura ambiente. Quando gli ingredienti avranno formato un impasto compatto, lasciare riposare i frigorifero.
Accendere il forno a 200 gradi.
Preparare il marzapane amalgamando in un mixer gli ingrdienti sopra elencati,
Formare dei dischi di circa 8 cm e riporvi sopra una pallina generosa di marzapane, chiudere a mezza luna.
La dose della frolla rispetto al marzapane è leggermente superiore per cui ne rimmarete, potrete eventualmente riporla nel congelatore per poter fare in un secondo momento dei semplici frollini.
Infornare i ravioli a 180 gradi per circa 20 minuti fino a che il biscotto non avrà preso colore.

Le tazzine

Per 10 persone
200 gr di zucchero
60 gr di farina mandorle
10 tuorli d’uovo
100 cl di marsala
Qualche goccia di essenza ai fiori di arancio
Mezzo cucchiaino di cannella.

p1280817

Separare i tuorli dalle chiare.
Asciugate e tostate leggermente nel forno la farina di mandorle.
Riporre in una casseruola lo zucchero e il marsala, mettere sul fuoco e portare a bollore facendo attenzione a non caramellare. Togliere dal fuoco e lasciare intiepidire, riponete sul fornello a fiamma bassissima in modo da mantenere la temperatura dello sciroppo costante, in questa fase  azionate un frullatore e buttate i tuorli uno alla volta senza mai smettere di sbattere. Senza fare impazzire le uova montate il composto a spuma, dovrete ottenere una crema densa simile allo zabaglione. Togliete dal fuoco, aggiungete la farina di mandorle fredda e gli aromi. Amalgamate bene e versate nelle tazzine.

Tortas de aceite

100 ml di olio exravergine di oliva
150 gr di acqua
300 gr di farina
Un cucchiaio di semi di finocchio
Un cucchiaino raso di lievito per dolci
50 gr cucchiai di zucchero di canna
Un albume di uovo
Qualche cucchiaiata di zucchero bianco per spolverarli

dscn1683

Impastare tutti gli ingredienti, tranne l’albume e lo zucchero per spolverare.
Creare circa 14/15 palline tutte uguali e tirarle fino a creare un disco sottile di circa 12/13 cm di diametro.
Disporre i dischi sulla carta da forno, forarli con una forchetta. Con l’aiuto di un pennello da cucina coprire la superficie del biscotto con l’albume leggermente montato e spolverarla con lo zucchero semolato.
Infornare a 200 gradi (forno già caldo) per circa 8 minuti. Saranno pronti quando il bordo del biscotto inizia a inscurirsi.

Gamberi al cocco

Per 8 persone:
30 gamberi
mezzo porro
4 peperoncini Capsicum
2 spicchi di aglio
curcuma a piacere
mezzo lt di latte di cocco
3 cucchiai di cocco disidratato
mezzo lime spremuto.

Soffriggere gli spicchi d’aglio schiacciati e il porro finemente sminuzzato in un pò di olio di oliva extravergine, aggiungere i peperoncini tagliati a striscie, mantecare fino a che non sarà tutto bene amalgamato. Aggiungere i gamberi puliti e saltarli a fiamma viva per abbrustolirli in superficie. Aggiungere il latte e la farina di cocco, la curcuma e il sale, terminare la cottura dei gamberi. A fiamma spenta aggiungere il lime spremuto.
Servire con riso basmati lessato e spicchi di lime.

Pastéis de nata

Dosi per circa 20 tortine, diametro 6 cm
Una cf di pasta sfoglia da 250 gr
80 gr di zucchero 
1 cucchiaio di farina tipo 1
250 ml di latte
4 rossi d’uovo
Cannella a piacere
Un cucchiaio di zucchero di canna

dscn1541

Rivestire con la pasta sfoglia gli stampi delle tortine.
Amalgamare con una frusta le uovo, lo zucchero e la farina poi aggiungere il latte  gradualmente cercando di non lasciare grumi. Preparare la crema come una normale crema pasticcera portandola a 80 gradi senza farla bollire.
Accendere il forno a 180 gradi.
Riempire le tortine di crema, spolverare con un pò di zucchero di canna  e infornare fino a che la sfoglia non si sarà d’orata, la crema leggermente rassodata e caramellata in superficie.
A piacere spolverare un pò di cannella prima di infornare, diversamente lo si farà a cottura ultimata