Gamberi al cocco

Per 8 persone:
30 gamberi
mezzo porro
4 peperoncini Capsicum
2 spicchi di aglio
curcuma a piacere
mezzo lt di latte di cocco
3 cucchiai di cocco disidratato
mezzo lime spremuto.

Soffriggere gli spicchi d’aglio schiacciati e il porro finemente sminuzzato in un pò di olio di oliva extravergine, aggiungere i peperoncini tagliati a striscie, mantecare fino a che non sarà tutto bene amalgamato. Aggiungere i gamberi puliti e saltarli a fiamma viva per abbrustolirli in superficie. Aggiungere il latte e la farina di cocco, la curcuma e il sale, terminare la cottura dei gamberi. A fiamma spenta aggiungere il lime spremuto.
Servire con riso basmati lessato e spicchi di lime.

Filetti di sogliola alla normanna

Per sei persone.
Per la salsa alla normanna:
una retina di cozze
un bicchiere di vino
50 gr di burro
30 gr di fraina
1/4 di lt di panna
per i turbantini
sei filetti di sogliola (basteranno 3 sogliole)
12 gamberi
un bicchiere di panna

Preparare sei rotolini utilizzando i filetti di sogliola (vedi foto), se vi rimangono dei pezzetti teneteli da parte. Cuocere i gamberi puliti in un filo di olio, un pò di vino e un pizzico di sale. Quando saranno ben abbrustoliti e freddi aggiungete a sei di questi un pò di panna e gli scarti dei filetti sogliola, frullare per ottonere un composto a purea. Gli altri sei gamberi metteteli da parte, vi serviranno per decorare la portata al momento di servire. Aggiungente la panna lentamente e solo se occorre. Riempire i turbantini di sogliola e riporre in una pirofila da forno, aggiungere una spruzzata di vino e un filo di olio. Accendere il forno a 180 gradi.
Pulire le cozze facendole aprire in una pentola sulla fiamma. Conservare l’acqua di cottura ben filtrata con un colino a maglie piccolissime.
Infornate la pirofila con le sogliole e fate cuocere fino a che non avranno in superficie una crostina giallina. Nel frattempo sciogliere il burro aggiugendo la farina setacciata lentamente fino a che il burro non imbiondisce, stemperare con il vino e l’acqua delle cozze, lasciare addensare per qualche minuto aggiungendo un pò di panna, dosata in modo che si ottenga la giusta cremosa consistenza. Aggiungere le cozze pulite.
Riporre in una fondina la salsa normanna con sopra i nido di sogliola decorato con un gambero saltato in padella.

Fiori di zucca ripieni di burrata e mazzancolle con purea di zucca.

Dosi per 4 persone
4 stampini da tortino monodose
15 fiori di zucca ca. 
Una burrata
15 ca. mazzancolle piccole 
Mezza zucca violina
Mezzo porro
Mezzo lt di brodo

Pulire i fiori di zucca eliminando semplicemente il pistillo:
Foderare lo stampo con i due/tre fiori di zucca e tenerne uno per ogni monodose a parte per coprire le parte alta.
Pulire le mazzancolle e condirle con olio, sale e pepe.
Togliere la pellicola che riveste la burrata e flullare la parte morbida intena utilizzando anche la sua acqua per arrivare ad ottenere una consistenza cremosa ed omogenea.
Riempire gli stampini con la burrata alternata alle mazzancolle. Chiudere con un ultimo strato di fiori di zucca. Condire con un filo di olio e sale.
Preparare la crema di zucca: tagliare a tocchetti la zucca e il porro a rondelle. Soffriggere con un sale e olio a fiamma viva. Aggiungere il brodo e cuocere fino a che la zucca non sarà morbida come una patata lessa e il liquido di cottura si sarà quasi del tutto assorbito. Se occorre aggiungete un pò di acqua per terminare la cottura.
Frullare la zucca per ottenere una purea.
Al momento di servire scaldare i fiori di zucca ripieni a 180 gr. fino a che non si saranno leggermente appasiti.
Stendete sul piatto un mestolo di purea e adagiatevi sopra i fiori di zucca ripieni tolti dal suo stampo.